Curriculum Dr. Marco Abbondanza, microchirurgo oculista. Noto esperto di cheratocono, difetti della vista e cataratta

Il Dr. Marco Abbondanza, micro-chirurgo oculista

Il Dr. Marco Abbondanza, microchirurgo oculista, è uno dei massimi esperti nel trattamento del cheratocono, che opera da 30 anni, per il quale ha introdotto in Italia il Cross-linking Corneale (2005) ed ha ideato la tecnica microchirurgica MARK nel 1993.
Il Dott. Abbondanza è inoltre uno dei pionieri della correzione dei difetti della vista (miopia, astigmatismo e ipermetropia), avendo, tra le altre cose, contribuito ad introdurre in Italia il Laser a Eccimeri e la metodica laser PRK (1989) con un team di colleghi, per la chirurgia della cataratta, per la quale è stato tra i primi ad effettuare la correzione ottica completa – per vicino e lontano – durante l’intervento e per la chirurgia refrattiva intraoculare, in cui è stato tra i primi chirurghi ad impiantare Lenti Intraoculari Multifocali e Fachiche (2000). Ha pubblicato più di 20 studi clinici e collabora con università straniere
. Per tali ragioni, è stato intervistato dai più noti programmi televisivi e dai maggiori giornali italiani, nel corso degli anni.
Il Dr. Abbondanza tratta, inoltre, strabismo, glaucoma e retinopatie da circa 30 anni. È
sposato dal 1984 ed è padre di due figli.

 

STUDI INTERNAZIONALI E FORMAZIONE MEDICO-CHIRURGICA

 

Nel 1983 si laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università La Sapienza di Roma.

Si interessa immediatamente di chirurgia refrattiva e sin dai primi anni frequenta i centri più avanzati ed all’avanguardia in campo internazionale.

Dal 1984 fino al 1990 lavora presso l’ambulatorio di oculistica dell’Ospedale San Filippo Neri di Roma, in qualità di Medico Assistente Deliberato.

Nel 1988 ottiene l’idoneità ad eseguire interventi di “Epicheratoprotesi” per cheratocono, miopia, ipermetropia elevata ed afachia secondo la tecnica messa a punto dal dottor Kauffman, direttore della Louisiana University, Ophthalmic Center (USA).

 

Il Dr. Abbondanza ed il Prof. Fyodorov negli USA

Nel 1988, in seguito a periodi di aggiornamento e studio presso l’Istituto per la Microchirurgia dell’Occhio in Mosca (Unione Sovietica, oggi Russia), ottiene le seguenti specializzazioni:
Cheratotomia Radiale per miopia ed astigmatismo miotico
Cheratocoagulazione Radiale (termocheratoplastica radiale di Fyodorov) per ipermetropia ed astigmatismo ipermetropico.
Tali specializzazioni sono state rilasciate dal Ministero della Sanità dell’Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche (URSS) ed il dottor Abbondanza è uno dei pochissimi medici occidentali ad averle ottenute. Il dott. Abbondanza, in tale periodo, è stato allievo del prof. Fyodorov, considerato a livello internazionale il “padre della microchirurgia dell’occhio”.

 

Nel 1989 si specializza in Patologia Clinica presso l’Università La Sapienza di Roma.

 

Nel 1994 si specializza in Clinica Oculistica e Oftalmologia, con prot. n. 11531 dell’11/07/1994 dell’Ordine dei Medici di Roma.

 

Nel 1997 consegue due Master di Perfezionamento Post-Universitari in Tecniche Chirurgiche Invasive in Oculistica e Tecniche Chirurgiche non Invasive in Oculistica, rilasciati dal Centro Ricerche e Studi post-Universitari, Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Il dott. Abbondanza è in possesso, dunque, di specializzazioni mediche e chirurgiche in diverse discipline, condizione rara ed estremamente utile per comprendere a fondo tutte le implicazioni mediche dei suoi pazienti.

 

STUDIO, SVILUPPO ED INTRODUZIONE DI NUOVE TECNICHE CHIRURGICHE

 

Dal 1984 applica terapie farmacologiche ed esegue interventi chirurgici innovativi per cataratta, strabismo, glaucoma e malattie della retina.

 

Dal 1988 studia nuove metodiche per la correzione chirurgica del cheratocono volte al fine di evitare il trapianto di cornea o, quantomeno, di ritardarlo il più a lungo possibile nei casi più avanzati;
· partecipa, in qualità di relatore, autore e coautore, a numerosi congressi nazionali ed internazionali, esponendo le proprie teorie innovative che, da allora, vengono recepite ed applicate da numerosi colleghi in tutto il mondo;
· esegue interventi per la correzione chirurgica dei difetti visivi creati dalla miopia;
· esegue i primi interventi chirurgici in Europa per la correzione dell’ipermetropia tramite Cheratocoagulazione Radiale (termocheratoplastica radiale di Fyodorov), tecnica da lui introdotta in Europa.

 

Dal 1984 al 1996, assieme ad un’equipe di colleghi italiani, studia e sviluppa una nuova tecnica chirurgica in grado di correggere i difetti visivi creati dal cheratocono ed in grado inoltre di stabilizzare l’evoluzione di questa patologia.

Dal 1987 al 1996 sono stati operati con questa metodica circa cinquecento occhi affetti da cheratocono di I°, II° e III° stadio e tra questi, solo una decina dovranno sottoporsi in seguito ad intervento di cheratoplastica. Gli occhi che sono stati sottoposti a trapianto di cornea appartenevano al III° stadio.
In seguito la metodica, definita Cheratotomia Radiale Asimmetrica (ARK – Asymmetric Radial Keratotomy) è stata utilizzata unicamente per occhi affetti da cheratocono di I° e II° stadio.

Dal 1987 pratica la tecnica chirurgica incisionale della Cheratotomia Radiale (RK), tecnica valida per la correzione di miopie lievi e medie. La sua convinzione viene corroborata dall’autorevole opinione del Dr. Lindstrom e del Dr. George Waring III° che definisce, a sua volta, la Cheratotomia Radiale una tecnica agile, sicura ed efficace nel caso di miopie lievi.

 

A partire dallo stesso anno interviene chirurgicamente per correggere miopie di -30 ed astigmatismi di -20 diottrie, utilizzando metodiche d’avanguardia al fine di raggiungere la maggiore e più stabile correzione visiva possibile.

 

Il Dr. Abbondanza con uno dei primi Laser a Eccimeri

Nel 1989 contribuisce ad introdurre in Italia la metodica laser PRK per la correzione dei difetti di vista ed il Laser ad Eccimeri per la correzione di miopie elevate ed astigmatismi miopiciassieme ad un team di colleghi.

 

Nel 1992 è co-organizzatore del I° Corso Mondiale Teorico-Pratico per utilizzatori di Laser ad Eccimeri, tenutosi a Roma.

 

Nel 1993 elabora una nuova tecnica microchirurgica, la Mini Cheratotomia Radiale Asimmetrica (Mini Asymmetric Radial Keratotomy), Mini ARK, in grado di bloccare l’evoluzione del cheratocono in stadio I° ed in stadio II°, anche quando insorto in occhi emmetropi ed ipermetropi. Tale tecnica rappresenta un importante passo avanti nella chirurgia del cheratocono in termini di miglioramento della capacità visiva e di stabilizzazione della patologia, non precludendo eventuali interventi futuri sulla cornea, di qualunque natura essi siano.

Nello stesso anno sviluppa un nuovo strumento chirurgico necessario per praticare gli interventi di Mini Cheratotomia Radiale Asimmetrica, noto come ‘marcatore di Abbondanza’, ovvero un doppio marcatore corneale concentrico.

 

Dal 1994 molti colleghi, italiani ed internazionali, stanno applicando tale tecnica con risultati definiti ottimi e stabili sia dai chirurghi che dai pazienti. La tecnica è conosciuta e la sua utilità terapeutica è divulgata da numerose strutture di diversi paesi (Italia, Francia, Germania, USA, Australia, Nuova Zelanda, Giappone, Emirati Arabi, Qatar, Sud Africa, India, Cina, Ungheria).

Dal 1995 applica la Mini Cheratotomia Radiale Asimmetrica in pazienti già operati di cheratoplastica penetrante (trapianto di cornea) per cheratocono ed affetti da elevato astigmatismo post operatorio.

La sua continua applicazione nell’uso delle tecniche incisionali lo porta ad essere oggi uno dei pochi e più affidabili chirurghi incisionali dell’occhio, per quelle tecniche di chirurgia refrattiva dove l’abilità manuale e la capacità di produrre un programma operatorio sono determinanti per la buona riuscita degli interventi.

Nel 1998 partecipa, come relatore, al congresso I.S.R.S. di New Orleans (USA) dove enuncia nuove linee guida per la utilizzazione della Mini ARK.

Nel 1998 al congresso annuale della A.P.I.M.O. (Associazione Professionale Italiana Medici Oculisti) viene riconosciuta la validità della Mini ARK nel cheratocono in fase precoce.

 

Nel 2000 è tra i primi ad ottiene l’idoneità per eseguire interventi di Impianto di Lenti Intraoculari Fachiche a fissazione iridea, per miopia ed ipermetropia elevate e non correggibili attraverso chirurgia laser. Sempre nello stesso anno ottiene l’idoneità per la applicazione di protesi per il controllo pressorio nel glaucoma.

Nel 2003 ottiene l’idoneità all’impianto di lenti pseudo accomodative per la correzione contemporanea della cataratta e della presbiopia.

Nel 2004 ottiene l’idoneità all’impianto di lenti ARTISAN per la correzione di miopie ed ipermetropie di grado elevato non corregibile attraverso l’utilizzo del laser ad eccimeri.

 

Nel 2005 il dott. Abbondanza introduce in Italia il Cross-linking per cheratocono. Il dott. Abbondanza possiede dunque la più lunga esperienza nell’utilizzo di tale tecnica in Italia. E’ stato inoltre uno dei pochissimi ad avere frequentato corsi abilitanti a tale tecnica direttamente nel luogo dove fu ideata: a Dresda, in Germania, e in seguito a Zurigo, in Svizzera.

 

Nel 2005, apporta alcune modifiche tecniche alla “Mini ARK”, che viene quindi rinominata “MARK”.

Nello stesso anno, inizia ad utilizzare per primo la combinazione Cross-linking e MARK per cheratocono, al fine di ottenere la migliore correzione ottica unita al maggior rafforzamento possibile della struttura corneale. Il dott. Abbondanza possiede la maggiore casistica operatoria nella combinazione delle due tecniche.

A partire dal 2005 utilizza, quando necessario, il Cross-linking in combinazione con la metodica PRK o con l’Impianto di Lenti Fachiche.

Nel 2006 ottiene l’idoneità all’impianto di lenti Artiflex, morbide e pieghevoli, per la correzione di miopie ed ipermetropie di grado elevato non correggibile attraverso l’utilizzo del laser a eccimeri o a femtosecondi. Tali lenti si introducono attraverso un’incisione di soli 3 mm.

 

Il Dr. Abbondanza durante la sua conferenza a Sydney

Il Dr. Abbondanza durante la sua conferenza a Sydney

Nel 2007, sviluppa una nuova variante del Cross-linking, il cui scopo è trattare cheratoconi molto avanzati su cornee ultra-sottili (215-350 micron, 3° e 4° stadio) senza ricorrere al trapianto, normalmente unica opzione in questi casi. L’intervento, che prende il nome di Cross-linking Periferico (P-CXL), presenta risultati molto incoraggianti, già pubblicati da due riviste scientifiche.

 

Dal 2016 è nel board scientifico di 360 Gradi in Oftalmologia News, rivista di divulgazione scientifica specializzata in oculistica. Nello stesso anno pubblica il primo studio clinico sull’utilizzo combinato della MARK e del Cross-linking, intervento combinato che prende il nome di “Protocollo di Roma”.

 

Nel 2017 il Dr. Abbondanza viene invitato a tenere una conferenza alla University of Technology di Sydney (UTS), per illustrare le più recenti innovazioni dell’oculistica; la conferenza è inoltre valida per i crediti formativi dei medici australiani (CPD).

 

I Save Sight Registries dell'Università di Sydney, con il quale il Dr. Abbondanza collabora

Il Dr. Abbondanza collabora con il SSR dell’Università di Sydney

Dal 2017 stabilisce un protocollo di collaborazione con l’Università di Sydney (USyd) – Save Sight Institute, SSR – con lo scopo di collaborare nella ricerca sul cheratocono. Il Dr. Abbondanza è il primo in Italia a stipulare questo accordo di ricerca. Grazie a questi importanti risultati, viene successivamente intervistato dall’emittente nazionale australiana SBS. Nello stesso anno, il Dr. Abbondanza riceve un attestato di merito da parte della Dante Alighieri Society di Sydney, per il contributo alle attività scientifiche di quest’ultima.

 

Il libro dei personaggi più importanti nati a Napoli

Il libro dei personaggi più importanti nati a Napoli, con il Dr. Abbondanza

Nel 2018, il Dr. Abbondanza viene inserito tra i personaggi più influenti nati a Napoli, in quanto pioniere dell’oculistica italiana, nel libro dello storico Giovanni Liccardo, edito da Newton Compton.

 

E’ attualmente membro di diversi gruppi di ricerca, di ambito medico e chirurgico, attivi nello studio e nella ricerca di cure per le patologie dell’occhio. Di conseguenza, il Dr. Abbondanza è consultato da numerosi pazienti e colleghi provenienti da diversi paesi del mondo. E’ membro delle più autorevoli organizzazioni scientifiche al mondo in campo oftalmico: International Society of Refractive Surgery (ISRS), American Academy of Ophthalmology (AAO), European Society of Cataract and Refractive Surgeons (ESCRS), American Society of Cataract and Refractive Surgeons (ASCRS), Società Oftamologica Italiana (SOI) ed Associazione Italiana Medici Oculisti (AIMO).

 

Il Dott. Marco Abbondanza è inoltre citato dai biografi internazionali del “Who is Who in Italy” e del “Who is Who in the World”.

Nel corso della sua carriera trentennale, è stato intervistato dalle più importanti televisioni, riviste e quotidiani italiani. Inoltre, gli studi scientifici del Dr. Abbondanza sono stati pubblicati dalle maggiori riviste specialistiche internazionali e citati come riferimento, per successivi studi scientifici, da decine di chirurghi oculisti di tutto il mondo.

Il Dr. Abbondanza visita ed opera nei suoi studi di Roma e Milano, dove si avvale di alcuni tra i migliori chirurghi oculisti italiani come assistenti.

 
.

PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE DEL DR. ABBONDANZA

 

Il dott. Marco Abbondanza, nel corso della sua carriera trentennale, è stato intervistato dalle più importanti televisioni, riviste e quotidiani italiani. In questa sezione mostriamo invece gli studi scientifici del Dr. Abbondanza, pubblicati dalle maggiori riviste specialistiche internazionali e citati come riferimento, per successivi studi scientifici, da decine di chirurghi oculisti ed altri medici di tutto il mondo. Selezionare uno studio per poterlo consultare.

 

Cheratotomia Radiale in miopie elevate, Acta Medica Latina, vol. 9, no. 1. 1986

Cheratotomia Radiale per miopie elevate, L’uomo e la Medicina, vol. 4, no.2. 1988

La Cheratocoagulazione Radiale, La Stampa Medica Europea, vol. 8, no. 2. 1988

La Cheratocoagulazione Radiale come tecnica di correzione dell’ipermetropia, Atti del simposio internazionale di ottica e contattologia del Politecnico Biosanitario “A. Fleming”, pp. 6-10. 1989

Correzione Chirurgica del Cheratocono, EUR Medicina, vol. 7, no.2. 1991

• Correzione Chirurgica del Cheratocono tramite Cheratotomia Radiale Asimmetrica, Rivista di Oftalmologia Sociale, vol. 15, no.2. 1992

Stabilität der Hornhautkrümmung nach radiärer Keratotomie – Eine Erklärung der progressiven Hyperopisierung?, Ophthalmo-chirurgie, vol. 4, pp. 193-197. 1992

• Aesthesiometry of the cornea after refractive corneal surgery, Klinische Monatsblätter für Augenheilkunde, vol. 201, no. 4, pp. 221-223. 1992

Zur Aesthesiometrie der Hornhaut nach refraktiver Hornhautchirurgie, Klinische Monatsblätter für Augenheilkunde, vol. 201, no. 10, pp. 221-223. 1992

Corneal sensitivity after refractive surgery, European Journal of Implant and Refractive Surgery, vol. 6, no. 6, pp. 319-323. 1994

Hornhautreinnervation nach lamellärer Keratoplastik im Vergleich zu Epikeratophakie und photorefraktiver Keratektomie, Der Ophthalmologe. 1994

Corneal reinnervation after lamellar keratoplasty in comparison with epikeratophakia and photorefractive keratectomy, Der Ophthalmologe: Zeitschrift der Deutschen Ophthalmologischen Gesellschaft, vol. 91, no. 5, pp. 632-637. 1994

Una nuova metodica di studio computerizzato dell’haze corneale conseguente a fotoablazione con laser ad eccimeri, La Nuova Stampa Medica Italiana, vol. 14, no. 1. 1994

• Histologische Untersuchungen eines lamellären Hornhautscheibchens 4 Monate nach Excimerlaserablation, 8. Kongreß der Deutschsprachigen Gesellschaft für Intraokularlinsen Implantation (capitolo di libro / book chapter by Springer), pp. 569-573. 1994

Corneal Sensitivity after Refractive Surgery, Ohthalmic Literature, vol. 48, no. 3, p. 178. 1995

Mini Cheratotomia Radiale Asimmetrica (Mini ARK) per la correzione chirurgica del cheratocono in fase iniziale, nell’ipermetropia e nelle miopie lievi, Esperienze, vol. 12, no. 1, pp. 21-24. 1997

Asymmetric Radial Keratotomy for the Correction of Keratoconus, Journal of Refractive Surgery, vol. 13, no. 3, pp. 302-307. 1997

Refractive Changes Following CXL, Cataract & Refractive Surgery Today Europe, vol. 4, no. 7, pp. 33-38. 2009

Corneal Collagen Cross-linking in a Prepubescent 10-Year-Old Girl with Aggressive Keratoconus, International Journal of Keratoconus and Ectatic Corneal Diseases, vol. 4, no. 2, 63-65. 2015

Surgical Correction of an Inverse Astigmatic Keratotomy following Penetrating Keratoplasty in a Patient with Keratoconus, International Journal of Keratoconus and Ectatic Corneal Diseases, vol. 4, no. 3, 107-109. 2015

Combined Corneal Collagen Cross-linking and Mini Asymmetric Radial Keratotomy for the Treatment of Keratoconus, Acta Medica International, vol. 3, no. 1, 63-68. 2016

Il cheratocono tra presente e futuro, 360 gradi in Oftalmologia, vol. 2, no. 5, 5-8. 2016

• Mini Asymmetric Radial Keratotomy and Corneal Cross-linking for the Treatment of a Bilateral Stage IV Keratoconus in a 14-year-old Child, Medical Archives, vol. 71, no. 1, 69-71. 2017

• Corneal cross-linking in a 10-year-old child with stage III keratoconus, Nepalese Journal of Ophthalmology, vol. 8, no. 2, 174-177. 2017

Peripheral Corneal Cross-linking (P-CXL) as a treatment for an ultrathin cornea with stage IV keratoconus: a new technique, Italian Review of Ophthalmology, vol. 3, no. 2, 97-103. 2017

Peripheral corneal cross-linking (P-CXL) for ultrathin corneas with severe keratoconus: a new technique, Vestnik Oftalmologii, vol. 133, no. 4, 65-67. 2017

Italia e Australia: oftalmologie che collaborano, 360 gradi in Oftalmologia, vol. 4, no. 8, pp. 18-19. 2018

ESCRS 2018: conferme e novità da Vienna, 360 gradi in Oftalmologia, vol. 4, no. 9, p. 50. 2018

.

Gli studi clinici del Dr. Abbondanza e dei suoi colleghi, inoltre, sono stati discussi nelle più prestigiose riviste e programmi televisivi e sono stati presentati presso i più importanti congressi di chirurgia oculistica al mondo. Alcuni esempi:

Mosca (URSS) 1990
Roma (Italia) 1994
Minneapolis (USA) 1995
Cape Town (Repubblica del Sud Africa) 1995
Atlanta (USA) 1995
Cicago (USA) 1996
La Habana (Cuba) 1996
Orlando (USA) 1997
New Orleans (USA) 1998
L’Aquila (Italia) 2000: congresso S.I.TRA.C. (Societa Italiana Trapianto Cornea)
Sydney (Australia) 2017: conferenza sui progressi dell’oculistica alla University of Technology di Sydney (UTS)
.

Il dottor Marco Abbondanza è membro delle seguenti associazioni professionali ed organizzazioni scientifiche:
ISRSInternational Society of Refractive Surgery
ESCRSEuropean Society of Catararact and Refractive Surgeons
AAOAmerican Academy of Ophthalmology
ASCRSAmerican Society of Cataract and Refractive Surgeons
SOISocietà Oftalmologica Italiana
AIMOAssociazione Italiana Medici Oculisti
ASOCAutocertificazione Studi Oculistici in Community

 

Lo Studio Oculistico Abbondanza fa parte del gruppo SOI – ASOC (Autocertificazione Studi Oculistici in Community) ed è organizzato secondo la norma di gestione di qualità UNI EN ISO 9001:2000

 

 

Prendi appuntamento

 

 

Torna alla home page

.

TRATTAMENTO  DEL CHERATOCONO | CHIRURGIA PER DIFETTI DI VISTA | CHIRURGIA DELLA CATARATTA | GLAUCOMA | RETINA | STRABISMO

Visit Us On FacebookVisit Us On Youtube