Lenti a contatto per cheratocono, correzione ottica del cheratocono, LAC cheratocono a Roma e Milano

LENTI A CONTATTO PER CHERATOCONO: CORREZIONE OTTICA DEL CHERATOCONO

 

Una normale lente a contatto

Inizialmente, il difetto di vista creato dall’insorgere del cheratocono (astigmatismo e/o miopia) può essere corretto con dei semplici occhiali. In conseguenza dell’avanzamento della malattia, il difetto, specialmente l’astigmatismo, tende a peggiorare e quindi si deve ripiegare forzatamente su delle lenti a contatto speciali costruite appositamente per l’irregolarità di quella cornea. Tutto questo al fine di potere ridurre la visione distorta ed avere una visione migliore. Trovare una lente a contatto che sia sopportabile può essere un’esperienza estremamente difficile e frustrante.

Comunque questo passo è cruciale perché una lente a contatto non del tutto adeguata può danneggiare ulteriormente la cornea e rendere impossibile il suo utilizzo neppure per poche ore al giorno. In alcuni casi, la cornea tende a peggiorare più o meno velocemente fino a stabilizzarsi dopo alcuni anni, creando danni abbastanza limitati. Ma in una percentuale superiore al 24 % dei casi la cornea diventa eccessivamente irregolare e con cicatrici tali da non consentire più neppure l’uso delle lenti a contatto. E’ stato dimostrato recentemente che l’uso di lenti a contatto rende certamente migliore la vista ma, purtroppo, esige un alto prezzo da pagare, in quanto un prolungato uso accelera il peggioramento del cheratocono stesso. E’ stato dimostrato, dunque, che l’uso delle lenti a contatto non ha mai alcun effetto terapeutico sull’evoluzione del cheratocono.

 

Lenti a contatto per cheratocono

 

Il dott. Marco Abbondanza, nel corso della sua trentennale esperienza, è diventato uno dei massimi esperti del cheratocono e uno dei maggiori fautori della chirurgia conservativa del cheratocono, avendo introdotto in Italia il Cross-linking corneale (2005) ed avendo ideato lui stesso una tecnica microchirurgica per evitare il trapianto di cornea, la Mini Cheratotomia Radiale Asimmetrica (MARK) nel 1993. Per tali ragioni, è stato intervistato dai più noti programmi televisivi e dai maggiori giornali italiani, nel corso degli anni. Ha, inoltre, stabilito il primo protocollo italiano di collaborazione scientifica con il Save Sight Institute dell’Università di Sydney, proprio allo scopo di rafforzare la ricerca sul cheratocono.

 

.

Vai alla pagina della Chirurgia Conservativa del Cheratocono

.

.

Prendi appuntamento

 

 

Torna alla home page

Visit Us On FacebookVisit Us On Youtube